MUSICA E SALUTE

Ludi Sounds & Progetto Genos

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Filippo Massara

Nasce a Torino, il 13.09.1929. è stato fondatore dell'etichetta musicale Ludi Sounds specializzata in ricerche e preparazione di musiche  di complemento alle attività mediche, per l'ascolto musicale profondo e il rilassamento, e  per la gravidanza.

Proveniente da una famiglia di musicisti, ha iniziato il suo rapporto con i suoni, facendo ancora giovanissimo teatro sperimentale d'avanguardia a Torino 52 anni fa. Ha lavorato poi all'allora nascente Rai, occupandosi di musica ed emozioni, sotto l'effetto di un testo teatrale che doveva essere amplificato dalla musica là dove le emozioni dovevano essere corrette, modificate o amplificate. Ha lavorato anche per la Radio svizzera italiana per ca. 15 anni, scrivendo testi per loro, ma sempre legati al concetto di musica e suono, uso della voce, e importanza dell’uso della voce al di là del significato stesso delle parole.

In collaborazione con neuroscienziati, endocrinologi, medici e naturopati, ha messo a punto il percorso che ha denominato Il grembo armonico, che grazie alla musica e alle ultime scoperte nell’ambito delle neuroscienze prenatali, consente, attraverso un percorso specifico, di precocizzare il rapporto madre/bambino e di migliorare lo sviluppo cerebrale prenatale.

 

Da non dimenticare sono pure le sue interessanti ricerche nell'ambito delle varie sonorità dalla natura: gli ambienti (campagna, bosco, montagna ecc.) registrati nelle varie stagioni dell'anno, e i richiami degli animali (di campagna, marini, rapaci ecc) . Raccolte sonore che vogliono essere materiale educativo per imparare a conoscere l'ambiente "vivente e parlante" che ci circonda, ma anche delle vere e proprie sedute terapeutiche.

Come afferma appunto F. Massara "Per ritrovare l'armonia interiore ed esteriore spesso non sono necessarie medicine o sedute psicoterapeutiche, ma basta semplicemente distendersi in campagna, in riva al mare, in una foresta e mettersi in contatto, per mezzo di tutto il corpo, con le voci della natura, con le acque (ruscelli, piogge, onde marine) con i canti degli uccelli, col vento e con tutti i suoni naturali che riusciamo a percepire. Questi suoni, questa musica ci ricollegherà con l'Universo e con la parte più profonda di noi: queste vibrazioni ci guariranno."

 

Per ogni tipo di informazione potete scrivere a info@musica-e-salute.com

Claudia Boni

Da diversi anni mi occupo di "accompagnamento prenatale", ma anche di "accompagnamento" durante le diverse fasi della vita, utilizzando lo yoga, la meditazione, il canto carnatico e la musica. (www.claudiaboni.it)
Alcuni anni fa è nata la collaborazione con Filippo Massara, avendo maturato entrambi, nell'ambito delle rispettive specializzazioni, un profondo interesse per il delicato periodo della gravidanza e della prenatalità. Da qui è nato il volume Gravidanza con la musica, supporto  operativo e musicale per la preparazione al parto.

Mi occupo anche della divulgazione delle ricerche e delle opere di Filippo Massara, affinchè questo importante lavoro non vada perduto.

 

Per ogni tipo di informazione potete scrivere a info@musica-e-salute.com

dal nostro incontro è nato...."Progetto Genos"

Nel greco antico,  il termine genos esprimeva il concetto di “famiglia”, “gruppo”, “origine”, “radice”.

 

Riteniamo che la musica e la vibrazione del canto materno siano il canale privilegiato di questa comunicazione non verbale tra il feto e la madre.

 

Questo progetto intende promuovere il ruolo dell’affettività materna e paterna già durante la gravidanza per favorire uno sviluppo armonico del bambino durante tutto il periodo primale  (che va dal concepimento ai primi 3 anni di vita).

 

Coscienti di quanto il disagio psichico  e i  comportamenti futuri dell’adulto  siano fortemente condizionati soprattutto dall’ambiente che  accoglie il bambino, in particolare nei primi anni di vita, promuoviamo:

  • studi e ricerche scientifiche,
  • letture informative,
  • libri e CD
  • stimolazioni e percorsi musicali appositamente studiate per il feto – la madre – il bambino,
  • esercizi di rilassamento e di comunicazione psicotattile con il feto,
  • accompagnamento prenatale

atti a favorire  l’accoglienza, l’ascolto e l’accompagnamento della madre e del bambino già a partire dalla gravidanza.

 

I nove mesi che precedono “L’incontro” tra madre  e piccolo, non devono essere vissuti come un semplice periodo di attesa, ma devono essere utilizzati per instaurare e coltivare un primo dialogo fra madre e figlio. La nascita allora potrà essere per entrambi il “ritrovarsi” di due esseri che si conoscono da tanto tempo e non hanno mai smesso di amarsi (Relier   J.P. amarlo prima che nasca – 1993)

 

Filippo Massara  - Claudia Boni